Storie di Miss – Clarissa

Ogni donna ha la sua storia, ed ogni storia merita di essere raccontata.

Clarissa Galassi, 19 anni, di Roma- studentessa di scienze della comunicazione

clarissa2

<< Ero molto titubante all’inizio riguardo l’iscrizione a Miss Italia, poi mi sono detta che valeva la pena almeno provarci. Ho preso coraggio, messo da parte alcune insicurezze e mi sono fatta avanti. Mai avrei pensato di raggiungere un traguardo simile: essere tra le 19 pre-finaliste che hanno conquistato la fascia curvy.

Devo dire che, al contrario di molte altre ragazze, io ho sempre cercato di accettare il mio fisico imperfetto. Nonostante i miei chili di troppo stonassero vicino alle mie amiche dal corpo perfetto, ho imparato, con il tempo, a lasciarmi alle spalle i pareri o insulti altrui e a pensare solo alla mia felicità.

Quest’anno, all’improvviso, è arrivata la svolta, una rivincita personale contro tutti coloro che mi hanno sempre criticata o non accettata. Partecipare a questo concorso per me significa dimostrare a coloro che credono che la bellezza di una donna dipenda dalla magrezza del proprio corpo che hanno torto.

Mi rispecchio molto nel termine curvy che rappresenta al meglio la donna dalle forme morbide, con un corpo armonioso e sinuoso. Detto questo, però, questa parola non va associata alle parole grassa o cicciona poiché così facendo si rischierebbe di far passare un messaggio del tutto sbagliato.

Curvy è un termine che rimanda anche al passato, a una bellezza d’altri tempi. Basti pensare a Marilyn Monroe, lei è proprio il mio modello di donna ideale. È una parola che ribalta i canoni di perfezione moderna e sono fiera di rappresentare, grazie alla mia taglia 44/46, questo nuovo modello di bellezza.

Ringrazio Keyrà per essersi concentrato da anni nella riscoperta di un modello di donna diverso, un modello di donna che purtroppo ancora oggi non viene accettato facilmente nel mondo della moda e dello spettacolo. È proprio grazie a brand simili e alla battaglia che stanno affrontando che molte donne come me riescono a mettere da parte le proprie insicurezze, mettendosi in gioco al 100%.

Lasciatevi alle spalle tutte le umiliazioni, pregiudizi e sguardi torvi, e siate voi stesse. >>

Leggi tutte le “Storie di Miss”

IMG_8018Clarissa Galassi (a destra) al secondo casting per Miss Italia Curvy a Roma

Annunci

Storie di Miss – Giulia

Ogni donna ha la sua storia, ed ogni storia merita di essere raccontata.

Giulia Cesarini, 22 anni, di Portogruaro (VE) – studentessa di Medicina e Chirurgia

giulia

<< Sì, studio Medicina e Chirurgia, qualcosa di ben lontano dal mondo di sfilate e moda. Eppure da qualche anno mi sono avvicinata al lavoro di hostess e presentatrice, scoprendo che, in fondo, i riflettori mi piacciono!

Sono e voglio apparire molto sicura di me, tuttavia fino a tempi recenti ho avuto problemi nella percezione di me stessa e soprattutto del mio aspetto fisico. Con amici e parenti più intimi mi autodefinivo un armadio con un velo di rassegnata ironia, creandomi problemi anche per la mia altezza (175 cm).

È strano che, quanto più ricevessi complimenti e attenzioni da parte sia del mondo maschile che femminile, tanto più diventassi insicura, fino a cadere nel tunnel dei problemi alimentari. Da circa due anni ho risolto il disturbo, conservando tuttavia una scarsa stima del mio corpo. In qualche modo, volevo la prova oggettiva di andar bene come sono.

Mi sono iscritta a La Curvy di Miss Italia Keyrà con questo obiettivo: avere un piccolo riscontro del fatto che i complimenti dei miei cari non fossero solo un modo per consolarmi. Non avevo nessuna aspettativa, passare le selezioni fino alle prefinali di Jesolo è stata una sorpresa così grande ed emozionante da farmi ripromettere di non disprezzarmi mai più!

La frase che più sento mia, da quel momento, è un verso di una canzone di Jovanotti: E poi ti ho vista, con la forza di un aeroplano, prendere in mano la tua vita e trascinarla in salvo.

Durante le fasi del casting Miss Italia ho visto un grande supporto dallo staff Keyrà, del quale apprezzo le numerosissime iniziative: esse non sono solo un modo di far conoscere un abbigliamento di tendenza e adatto a tutte le taglie, ma anche una via per contrastare il dilagare dei disturbi alimentari tra le giovani donne.

Per me oggi curvy, dunque, significa amare il proprio corpo per come la natura ce l’ha donato, avendone sempre cura e rispetto. Da studentessa di Medicina, inoltre, coltivo e sempre ho coltivato una grande passione per lo sport e la sana alimentazione.

Mi sento di dire a tutte le donne, di QUALSIASI taglia, che il primo modo per amare la propria fisicità è prendersene cura: consiglio a tutte sport e cibo sano.

Io sono una taglia 44 e… finalmente mi piaccio come sono! >>

Leggi tutte le “Storie di Miss”

curvy_miss_italia_25

Giulia Cesarini al primo casting di Curvy Miss Italia nello showroom Keyrà al Centergross (BO)

Storie di Miss – Virginia

Ogni donna ha la sua storia, ed ogni storia merita di essere raccontata.

Virginia Quadarella, 21 anni, di Siracusa – studentessa Scienze della Formazione per Operatori Turisticivirginia2

<< Per tanti anni sono stata criticata e mi hanno presa in giro. Sono stata condizionata dal giudizio delle persone fino a perdere autostima e fiducia in me stessa.

Crescendo e lavorando sono riuscita ad accettarmi per come sono. Amo il mio fisico, sono fiera della taglia 44 che porto e della mia altezza che supera il metro e ottanta.

Partecipando all’esperienza de La Curvy di Miss Italia Keyrà ho capito che la vera bellezza non è la taglia che porti, ma amare se stessi.

Ragazze, ricordate: non bisogna farsi mille fisime per qualche chiletto di troppo. Non si dovrebbe mai rinunciare a nulla, basta mangiare sano e fare tanto sport. Io, ad esempio, adoro il basket e amo fare sport tutti i giorni; una giornata senza sport e mi sentirei persa”. >>

Leggi tutte le “Storie di Miss”

virginia_cristina

Virginia Quadarella e Cristina Baiocco al secondo casting di Curvy Miss Italia a Roma

Storie di Miss – Diana

Ogni donna ha la sua storia, ed ogni storia merita di essere raccontata.

Diana Esposito, 27 anni, di Napoli – Titolare di un Bed & Breakfastdiana2

<< Ho passato una vita intera a combattere contro l’obesità. Ho passato anni duri: anni di mare vestita e truccata, anni con mille complessi, anni chiusa in camera a piangere per le offese della gente. Ho combattuto e lavorato tanto per perdere 35 kg, di cui porto ancora i segni (dentro e fuori). Sono grassottella e piena di difetti, ma finalmente posso definirmi anche io Curvy!

Ho preso tutto il coraggio che pensavo di non avere e mi sono presentata alle selezioni de La Curvy di Miss Italia Keyrà sfilando in costume davanti alla giuria. Ancora non riesco a crederci…sono passata! Tra tante donne bellissime sono passata anche io. Diana, quella che ha trascorso una vita intera a soffrire per il proprio corpo.

Ragazze, lo dico A voi e PER voi, amatevi! Non perdete tempo, io l’ho fatto, ma con la gioia che ho provato ieri ho recuperato tutti gli anni persi a non sentirmi abbastanza. Sogno un mondo in cui le donne si amino e si accettino per quello che sono.

Grazie a chi mi ha appoggiata sempre e grazie anche alla fantastica giuria. Grazie anche a chi non ha creduto in me e a chi mi diceva: Ah se solo dimagrissi un po’ saresti bellissima.

Oggi, per la prima volta, mi sento bellissima così come sono, con cellulite, smagliature, e soprattutto un corpo super curvy! D’ora in poi valorizzerò sempre le mie curve e le mie perfette imperfezioni”. >>

Leggi tutte le “Storie di Miss”

IMG_7988b

Diana Esposito e Alberto Cacciari, titolare Keyrà, al secondo casting di Curvy Miss Italia a Roma

Sfilata “In riva al mare”

Curvy amanti della spiaggia, stiamo cercando proprio voi!

Siamo alla ricerca di modelle non professioniste per la sfilata di moda “SFILATA IN RIVA AL MARE, che si terrà la sera di lunedì 18 luglio 2016 a Cattolica (RN).

Inviate una e-mail a castingkeyra@gmail.com con alcune foto (di cui almeno 1 a figura intera) e tutti i seguenti dati:

  • misure (seno – fianchi – vita);
  • altezza;
  • data di nascita;
  • città di residenza;
  • numero di telefono.

Scadenza casting: martedì 12 luglio 2016

Per scoprire tutti i dettagli dell’evento seguici su facebook: Sfilata “In riva al mare

Evento-Sfilata-Cattolica 2